Internet of Things

Con OMICAFARM è possibile monitorare un’ampia gamma di parametri con le quali l’agricoltore può tenere sotto controllo lo stato dei terreni e delle coltivazioni. Grazie alle sue Centraline Intelligenti è possibile monitorare fino a 6 parametri diversi. Inoltre, per rendere ancora più semplice l’utilizzo, ogni Centralina è completa di:

  • Pannello solare. Le centraline sono auto-alimentate e possono essere installate anche all’interno di un campo lontano da un attacco di corrente elettrica.
  • Sistema di posizionamento GPS: centralina e sensori possono essere spostati. OMICAFARM riconosce automaticamente la loro posizione e georeferenzia tutti i dati che raccoglie.
  • Sistema di trasmissione dati: le Centraline trasmettono automaticamente i dati che possono essere visualizzati dall’utente direttamente sul sito www.omicafarm.com sulla propria pagina personale

Ogni centralina può monitorare i seguenti parametri fisici:

  • Temperatura e umidità dell’aria: per avere un monitoraggio continuo delle condizioni ambientali locali e stimare al meglio l’evapotraspirazione del terreno. L’evapotraspirazione è la quantità d’acqua (riferita all’unità di tempo) che dal terreno passa nell’aria allo stato di vapore per effetto congiunto della traspirazione, attraverso le piante, e dell’evaporazione, direttamente dal terreno. La conoscenza di questi parametri è fondamentale per stimare il fabbisogno d’acqua di una coltivazione e capire se si verificano le condizioni favorevoli per la diffusione di agenti patogeni.
  • Pluviometro: misura la quantità di pioggia caduta in tempo reale e nell’arco della giornata. Conoscere questa grandezza è un fattore fondamentale per capire quanta acqua viene assorbita dal terreno. Può quindi essere usata sia per ottimizzare i sistemi di irrigazione, sia per capire se si verificano eccessi di umidità e ristagni d’acqua che possono favorire la diffusione di agenti patogeni e funghi.
  • Anemometro: misura in tempo reale la direzione e l’intensità del vento. I dati vengono visualizzati attraverso una rosa dei venti che consente facilmente di capire in quale direzione e con quale intensità ha soffiato il vento. Questa misura è utile per valutare gli effetti dell’impollinazione naturale dovuta al vento che è un elemento chiave per coltivazioni come l’actinidia (kiwi). Questo consente di ottimizzare le operazioni di impollinazione meccaniche e manuali concentrandole nelle zone meno soggette al vento.
  • Temperatura del suolo: è misurata ad intervalli periodici (fino a 10 minuti) e può essere utilizzata per stimare la evapotraspirazione del terreno. La temperatura del suolo è anche un fattore fondamentale per capire quando effettuare la semina. Temperature troppo basse, infatti, possono rappresentare un elemento che impedisce la nascita della pianta e il suo corretto sviluppo.
  • Umidità del suolo (soil moisture): è misurata ad intervalli periodici (fino a 10 minuti) da un tensiometro collegato alla Centralina. Il tensiometro misura il carico di suzione, cioè la forza con cui l’acqua è attratta e trattenuta nel terreno. Dalla pressione misurata si deduce il carico di suzione. Ad esempio, quando lo strumento misura “zero” si comprende che il terreno è saturo. Altrimenti, quando lo strumento misura livelli troppo elevati, il terreno è troppo secco e diventa necessario irrigare.

A seconda della coltivazione, può essere utile monitorare il livello di umidità del terreno a diverse profondità a partire da 30 cm fino ad arrivare a metri di profondità. Ogni singola centralina OMICAFARM consente di registrare dati fino a 3 livelli di profondità, adattandosi ad ogni tipo di coltivazione.

  • Bagnatura Fogliare (leaf wetness): La bagnatura fogliare è una variabile di grande importanza per lo sviluppo di numerose malattie. La presenza di un velo d’acqua sulla superficie delle foglie permette il movimento e la germinazione delle spore di alcuni microrganismi fungini e la loro penetrazione all’interno dei tessuti dell’ospite. Misurare questo parametro diventa fondamentale per prevedere malattie e difendere le colture
  • Radiazione solare: La radiazione solare è un parametro fondamentale in agrometeorologia e in agronomia. E’ una grandezza fisica che influenza il tasso di fotosintesi clorofilliana e di conseguenza il tasso di accrescimento dei vegetali. Inoltre la radiazione solare gioca un ruolo essenziale nel bilancio radiativo ed energetico al suolo, influenzando il tasso di evaporazione e traspirazione, nonché, in ultima analisi, il bilancio idrico dei terreni. La piattaforma OMICAFARM mette a disposizione sensori per la misura in tempo reale della radiazione solare e integrata nell’arco della giornata. I sensori operano nel range spettrale 410 – 655 nm e hanno una sensibilità di2 mV / μmol·m-2s-1  con un’accuratezza del ±5%
  • Radiazione UV: per una stima più accurata dell’attività di fotosintesi clorofilliana, può essere indispensabile misurare la radiazione ultravioletta. Inoltre, nei periodi estivi, misurare i raggi UV serve a valutare eventuali effetti sull’apparato fogliare. I sensori operano nel range spettrale 250 – 400 nm e hanno una sensibilità di2 mV / μmol·m-2s-1 con un’accuratezza del ±10%

 

Contattaci per sapere quale è la tua esigenza e sapere quale è il prodotto più adatto a te!